Home Staging

home = casa; stage = palcoscenico; home staging = mettere in scena la casa

Attività che nasce negli Stati Uniti negli anni 80, e che sbarca in Italia nel 2008. Tecniche di recupero, creative design e marketing immobiliare, applicate agli spazi interni, dove vengono unite con lo scopo di trasformare e rilanciare immobili obsoleti e/o invenduti/sfitti, a basso costo, per agevolarne la commercializzazione.

Lo staging nasce per immobili in vendita, e oggi si applica anche a case in affitto, ad affitti brevi (micro-ricettività), e ad altri spazi commerciali come negozi, uffici e ristoranti. Il settore dello staging in Italia è in costante crescita, nonostante la crisi economica. Recenti statistiche dimostrano che un immobile staged vende nel 77,2% del tempo in meno rispetto alla media italiana. Lo staging tipicamente viene scelto da architetti, designer e agenti immobiliari, come servizio complementare, sempre con l’obiettivo di contrastare il mercato immobiliare attualmente in declino.

In cosa consiste

Una volta che si è deciso di vendere casa, il primo passo da compiere è quello di considerare l'immobile un prodotto a tutti gli effetti. Nel momento in cui una casa viene messa sul mercato, diventa un prodotto in concorrenza con altri prodotti della stessa fascia di prezzo, attraverso un'attenta pianificazione di preparazione e di trasformazione di una casa in un prodotto da vendere. L'Home Staging rende la vostra casa più grande, più luminosa, più calda e soprattutto crea lo stato d'animo ideale per fare in modo che gli acquirenti se ne innamorino a prima vista.

E' il caso quindi di eliminare mobili troppo ingombranti, pensando alla prima impressione che la casa potrà avere su un estraneo: ciò che per il proprietario può essere un elemento importante, può risultare fastidioso per chi arriva da fuori. Allo stesso modo vanno eliminati foto di famiglia e oggetti troppo personali, sempre per dare al visitatore un'impressione più neutra. 

Un'altro aspetto molto importante è la realizzazione di un exposè, un book fotografico/descrittivo. Le foto devono essere eseguite da un fotografo professionista che sappia valorizzare la luce nell'ambiente e le inquadrature per i singoli scatti.

Piccola spesa grandi vantaggi

Il costo per un intervento di Home Stagingva dall'1% al 3% del valore dell'immobile in vendita, oppure intorno a 1 o 2 mensilità d'affitto in caso di locazione. Il costo è davvero minimo se pensato in un'ottica di investimento. La vendita di una casa preparata con l'Home Staging non solo avverrà in tempi più brevi ma avverrà con un plus valore del 6% - 10%, rispetto a case che non ricorrono all'Home Staging. Il costo di Home Staging è chiaramente inferiore rispetto alla prima diminuzione di prezzo a cui è soggetto un immobile stando invenduto a lungo sul mercato. 

Home staging sostenibile

Data la mission del nostro studio anche negli interventi di home staging abbiamo un'impronte sostenibile. Dando molta attenzione ai materiali naturali e capaci di aumentare non solo l'appeal ma nche la qualità indoor.

Vediamo cosa prevede una consulenza di Home−Staging:

  • Sopralluogo
  • Campagna fotografica
  • Rilievo dei locali su cui intervenire
  • Analisi dell’immobile, consulenza in tempo reale degli aspetti positivi da valorizzare e delle criticità su cui intervenire e prima valutazione su tempi e costi delle migliorie realizzabili
  • Elaborazione di un report sul sopralluogo effettuato, di una “scheda−progetto” (comprensiva di disegni tecnici, fotomontaggi e/o rendering 3D) e di una dettagliata analisi dei costi di consulenza e di realizzazione degli interventi previsti
  • Servizio di pulizia, messa in ordine e riparazioni di modesta entità (es. sostituzione maniglie, placchette interruttori, riprese di colore ecc..)
  • Ri−allestimento degli ambienti attraverso integrazione e/o sostituzione di oggettistica e complementi d’arredo (es. tendaggi, biancheria per la casa, cuscini, mensole, corpi illuminanti, piante, tappeti, rubinetterie, accessori bagno e cucina)
  • Riorganizzazione completa degli ambienti attraverso la ricollocazione e/o sostituzione di arredi (divani, letti, tavoli, comodini) e progettazione totale di cucine e bagni
  • Interventi edilizi di media entità comunque riconducibili alla ordinaria manutenzione: esecuzione di controsoffittature o elementi d’arredo in cartongesso, posa pavimenti e rivestimenti su quelli esistenti con prodotti laminati o gomma, sostituzione sanitari e modesti interventi su impianto idrico−sanitario ed elettrico.

News dello studio

set28

28/09/2017

La ristrutturazione funzionale di un attico in cittá / 28 settembre 2017

La ristrutturazione funzionale di un attico

lug26

26/07/2017

Ecobonus edifici / 26 luglio 2017

Ecobonus, è già attivo il

mag5

05/05/2017

Occhio alla false certificazioni energetiche / 5 maggio 2017

La Cassazione chiarisce che in caso di

News

giu22

22/06/2018

Via delle Orsole, per la Camera di Commercio di Milano c’è il vincitore / 22 giugno 2018

Riqualificazione, demolizione e ricostruzione

giu19

19/06/2018

Da un’ex cava nasce un surf park: la rigenerazione urbana in Scozia si fa così / 19 giugno 2018

Con il progetto del Wavegarden Scotland,

giu18

18/06/2018

Mobilità ciclistica e pianificazione urbanistica vanno di pari passo: accordo INU-Comuni Ciclabili / 18 giugno 2018

Siglato l'accordo tra Istituto Nazionale