Diagnosi energetiche

La diagnosi energetica è una procedura applicabile a qualsiasi tipo di edificio e serve ad individuare gli interventi migliorativi (sia impiantistici che di isolamento) idonei alla riduzione dei consumi dell'immobile. La finalità di una diagnosi è quella di classificare gli interventi simulati secondo un ordine di priorità, in modo da ottimizzare il rapporto costi/benefici e scegliere il miglioramento con un tempo di ritorno economicamente vantaggioso.

Come si fa una diagnosi energetica?

Analisi preliminare dei dati relativi all'utilizzo dell'edificio

  • modalità di utilizzo dell'edificio, temperature interne, ricambi d'aria, ambienti non riscaldati;
  • fonte energetica utilizzata per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda;
  • consumi medi annuali (metano, legna e/o pellet ...);
  • visione delle eventuali schede tecniche relative a caldaie e/o impianti di energia rinnovabile;
  • visione degli eventuali elaborati grafici presenti relativi all’edificio;
  • dati meteo e di irraggiamento medi della località.

Sopralluogo

  • rilievo delle stratigrafie di pavimenti, muri, solai, tetti e pareti verso locali freddi;
  • rilievo dei serramenti e analisi della tipologia dei telai, dei vetri e dei sistemi di schermatura dei serramenti;
  • analisi degli ombreggiamenti;
  • analisi delle temperature interne superficiali e dell’umidità interna mediante strumentazioni non invasive (termoigrometro, endoscopio, datalogger umidità, termocamera, termoflussimetro).

Elaborazione dati

  • realizzazione del modello virtuale dell'edificio;
  • confronto fra i consumi reali e stimati dal modello virtuale

Ipotesi di intervento

In funzione della localizzazione delle dispersioni e dei rendimenti degli impianti verranno presentati i possibili interventi migliorativi di isolamento termico (isolamento tetto, cappotto esterno…), modifica dei sistemi di generazione dell’energia termica (posa pannelli solari termici, sostituzione caldaia esistente...), combinazione di soluzioni architettoniche ed impiantistiche.
Per ogni intervento verranno riportate:

  • breve indicazione del lavoro (tipo di materiale isolante e dimensionamento, caratteristiche impianto riscaldamento...);
  • stima dei costi di realizzazione;
  • analisi delle possibili agevolazioni (65% , Conto Termico….);
  • stima del tempo di ritorno dell’investimento.

Quadro Sintetico


La diagnosi si concluderà con lo schema comparativo dei diversi interventi per facilitare la scelta ottimizzando il rapporto costi/benefici, anche alla luce delle eventuali agevolazioni economiche previste e del budget disponibile.

Quanto costa una diagnosi energetica

Non è possibile stabilire il costo di una diagnosi energetica senza conoscere l'immobile per la quale viene richiesta. I prezzi possono variare di molto a seconda dell'ubicazione, delle dimensioni, del numero di interventi da esaminare e della destinazione d'uso del fabbricato.
E' pertanto fondamentale richiedere un preventivo al professionista incaricato, il quale potrà fornire una stima solo a seguito di un sopralluogo effettuato presso lo stabile. 

Il costo della diagnosi si ripaga: sempre. 

La spesa professionale, seppur importante, è decisamente limitata rispetto agli interventi edilizi e/o impiantistici che si affronteranno e permette di:

  • ottimizzare al massimo il proprio budget di spesa, evitando investimenti onerosi e realmente poco vantaggiosi;
  • essere guidati da un consulente energetico qualificato, e non da pareri ed impressioni generiche;
  • ottenere risparmi economici reali ed immediati grazie alla riduzione dei consumi dell'edificio;
  • scegliere gli interventi anche in funzioni delle agevolazioni statali più vantaggiose (detrazioni fiscali, conto termico);
  • ottenere una valutazione economica dei diversi interventi proposti, in modo da renderla confrontabile con il proprio budget.

Inoltre, la spesa professionale risulta detraibile ai fini fiscali nel caso in cui l'intervento viene svolto ed ha validità nel tempo, i risultati presentati sono utili a prescindere da quando si vorrà / potrà intervenire.

News dello studio

set28

28/09/2017

La ristrutturazione funzionale di un attico in cittá / 28 settembre 2017

La ristrutturazione funzionale di un attico

lug26

26/07/2017

Ecobonus edifici / 26 luglio 2017

Ecobonus, è già attivo il

mag5

05/05/2017

Occhio alla false certificazioni energetiche / 5 maggio 2017

La Cassazione chiarisce che in caso di

News

giu22

22/06/2018

Via delle Orsole, per la Camera di Commercio di Milano c’è il vincitore / 22 giugno 2018

Riqualificazione, demolizione e ricostruzione

giu19

19/06/2018

Da un’ex cava nasce un surf park: la rigenerazione urbana in Scozia si fa così / 19 giugno 2018

Con il progetto del Wavegarden Scotland,

giu18

18/06/2018

Mobilità ciclistica e pianificazione urbanistica vanno di pari passo: accordo INU-Comuni Ciclabili / 18 giugno 2018

Siglato l'accordo tra Istituto Nazionale